Marta Rapallini

Marta Rapallini

Arquitetto, Dottore di Ricerca in Storia della Scienza e delle Tecniche Costruttive. Dal 1989 al 2005 è stata ricercatrice e professore a contratto presso l’ateneo di Firenze e di Roma La Sapienza nei settori della meccanica, della statica e della scienza delle costruzioni Ha partecipato, anche in qualità di responsabile, a grandi progetti di ricerca finalizzati alle verifiche strutturali di monumenti e centri storici quali il Duomo e il centro storico di Pienza, il Duomo e il centro storico di Siena, la chiesa di San Pietro a Modica.

Dal 2005 al 2014 ha ricoperto incarichi dirigenziali per il coordinamento e il supporto delle politiche che coinvolgono l’istruzione superiore, la ricerca, le infrastrutture, presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e la Regione Toscana. Dal 2014 collabora con l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (INDIRE) nell’ambito della gestione del PON “Per la Scuola” 2014-2020 e in particolare è coordinatrice del progetto PON finalizzato alla gestione e documentazione degli interventi di edilizia scolastica realizzati nelle scuole italiane. Attualmente è Primo Tecnologo del Consiglio Nazionale delle Ricerche presso l’Ufficio Programmazione e Grant Office. Presso il CNR è responsabile dei Dottorati di Ricerca ed è coordinatore operativo del progetto CNR per il PhD-AI.it, coordina la cabina di Regia per il coordinamento e il supporto ai progetti PON Ricerca e PON Infrastrutture dell’ente, è responsabile gestionale del nodo italiano dell’infrastruttura europea E-RIHS (European Research for Heritage Science). E’ responsabile per il CNR di numerose convenzioni con istituzioni, tra le quali Confindustria, il Ministero della Cultura e il Comune di Matera. Nel 2020 è stata nominata Presidente del Comitato di Gestione del Centro Interdipartimentale del CNR a Matera. Dal 2016 al 2020 è stata anche membro dello staff tecnico scientifico del Presidente del CNR. E’ autrice di numerosi articoli scientifici anche su riviste internazionali e di saggi.

back to top